Un tocco di assoluta originalità - nel sound e nello show - a questo genere di festa che sta spopolando nei Club di tutto il mondo.

Leggenda vuole che durante l' Autunno 2009 a Washington il Producer e DJ House Dave Nada, organizzò uno "Skipping Party", le famose feste nelle Cantine di casa quando si faceva forca a scuola. Dovendo subentrare a un dj che stava facendo ballare Reggaeton e Bachata provò a rallentare le sue tracce tropical house e dutch house.

Abbassò a 108 bpm “Moombah” il remix di Afrojack di Silvio Ecomo & DJ Chuckie e lo stesso fece con la traccia "Riverside" di Sidney Samson.

La gente andò fuori di testa, la festa diventò esplosiva.
Era la nascita di un nuovo genere, la nascita del MOOMBAHTON!

FAT BASTARDO rende omaggio a questi generi musicali che trovano le radici anche nello stile e nella filosofia degli Anni '70, quando, personaggi incredibili, un po’ Dandy e un po' gangster, che vennero subito etichettati come "Papponi" e che in quartieri come Hunters Point di San Francisco - come scriveva Eldridge Cleaver, scrittore radicale e membro delle Black Panthers.

Erano i re di quelle strade, "aristocratici fasulli, dediti al lusso, sciupafemmine,  damerini che indossano completi da 150$ nello stile del cantante Sly Stone, il cappello nero stile Lester Chambers con orlo da 4 pollici, calze di nylon sottili a strisce verticali alla guida di Eldorado decappottabili. Il Pappone era l'aristocratico degli imbroglioni".